La civiltà pastorale

Situata al centro del mediterraneo, la Sicilia è sempre stata una terra di incontri tra divcrsi popoli e culture: fenici, greci, romani, arabi. Queste presenze, nei secoli, si sono sedimentate nei costumi, nell’arte, nell’architettura, nei dialetti e nella gastronomia.

Sulle coste meridionali della Sicilia approdarono i primi ardimentosi navigatori provenienti dal Medio Oriente che, insieme alle pratiche pastorali, diffusero l’arte della caseificazione.

Appare, perciò, lecita l’affermazione che il primo formaggio d’Europa è nato proprio in Sicilia; e poichè i primi allevamenti furono quelli ovini, tale primato spetta al Pecorino Siciliano.

I primi abitanti della Sicilia, per le condizioni pedoclimatiche differenziate che caratterizzano le diverse parti dell’Isola, avevano stili di vita assai differenti; si presume che nelle zone fertili di pianura dapprima si sviluppò la pastorizia e, successivamente, l’agricoltura, mentre nelle zone costiere era diffusa la pesca ed in quelle impervie di montagna la caccia.
Il periodo caratterizzato dalla pastorizia è stato abbastanza ampio ed i prodotti di tale attività per lungo tempo hanno rappresentato l’unica merce di scambio: infatti, il termine pecunia (denaro) deriva da pecus (pecora).

Il termine formaggio ha origini successive, derivando dal latino medioevale formaticum, cioè latte coagulato nella forma.

Ma il formaggio è conosciuto anche col nome di cacio (dal latino caseus); in spagnolo viene denominato queso, in inglese cheese, in tedesco kase (notare la straordinaria rassomiglianza tra questi nomi), mentre il francese fromage è molto simile all’italiano formaggio.

Or back to Formaggi